Tavolo sul Trasporto Pubblico Locale, Anci Lombardia: necessarie regole certe e maggiori risorse

Tavolo sul Trasporto Pubblico Locale, Anci Lombardia: necessarie regole certe e maggiori risorse
ANCI Lombardia 23 Aprile 2020 ore 11:23

Intervento del Presidente Dipartimento trasporti Pallavicini al tavolo TPL di Regione Lombardia

 

“Nella fase di emergenza e in quella che ci aspetta a breve di ripresa, il trasporto quale elemento essenziale delle dinamiche quotidiane dei cittadini, rappresenta un tema complesso e assolutamente trasversale che si ricollega a tutti gli altri tavoli di studio e programmazione avviati da Regione Lombardia, attraverso i quali avremo sviluppi puntuali in vista della ripartenza”.

Così il del Presidente del Dipartimento trasporti e mobilità Anci Lombardia Antonio Bobbio Pallavicini nel corso del suo intervento al tavolo sul Trasporto pubblico locale di Regione Lombardia.

“Le poche certezze disponibili, in particolare sul tema della mobilità e dei trasporti, pongono certamente gli enti locali in una condizione di sofferenza. Il primo elemento della fase due dovrà, quindi, essere l’attenta analisi e osservazione delle regole di ingaggio e la valutazione delle diverse abitudini di mobilità nelle fasi post apertura, senza dimenticare l’approccio psicologico e sociale al tema che dovrà essere considerato e monitorato.

A fronte della complessità del tema, è necessario inserire  le varie azioni necessarie che coinvolgono una platea ampia di soggetti, come per esempio la riduzione della domanda di trasporto, in una specifica road map e un piano di lavoro e di welfare che si affianchi ai lavoratori e alle famiglie, coordinato da Regione Lombardia nel confronto con il Governo che deve dare una normativa chiara.

In questo contesto, sono certamente determinanti le misure di sicurezza e il rispetto delle regole per la tutela dell’utente e del lavoratore, ma il nocciolo della questione rimane quello dell’onere del controllo. I temi sul tavolo sono tanti a partire da quello delle risorse, quello dello spostamento dei volumi di utenza verso diversi tipi di mobilità e secondo fasce orarie differenziate, tutte sfide complesse che ci attendono. Le Amministrazioni devono fare la propria parte incentivando strumenti alternativi, ma sono necessarie regole certe a livello centrale e risorse aggiuntive anche a fronte delle minori entrate disponibili, ben vengano in questo contesto le risorse stanziate da Regione Lombardia”.

“Da parte di Anci Lombardia si sarà come sempre un lavoro di supporto e di coordinamento, l’auspicio è quello di potersi confrontare in maniera periodica. Il nostro Dipartimento Mobilità e Trasporti si riunirà nei prossimi giorni e dopo aver raccolto le esigenze e le istanze dei territori, diversi per dimensioni e specificità, porterà all’attenzione alcune proposte”.

Condividi
Top news
Glocal news
Idee & Consigli