Territori colpiti da eventi sismici, un convegno per illustrare le modifiche al Testo Unico sull’Edilizia

Territori colpiti da eventi sismici, un convegno per illustrare le modifiche al Testo Unico sull’Edilizia
ANCI Lombardia 30 Dicembre 2019 ore 09:19

Il 23 gennaio presso la Casa dei Comuni

Con la legge 156/2019, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 23/12/2019, che modifica il decreto-legge 24 ottobre 2019, n. 123, recante disposizioni urgenti per l’accelerazione e il completamento delle ricostruzioni in corso nei territori colpiti da eventi sismici, sono state approvate le modifiche proposte da Anci Lombardia, in collaborazione con la Regione Lombardia e i rappresentanti degli ordini professionali lombardi, ritenute necessarie a garantire la certezza delle procedure negli interventi edilizi, contribuendo così al superamento della fase emergenziale e assicurando, allo stesso tempo, modalità capaci di realizzare interventi di riparazione e ricostruzione degli edifici pubblici e privati coerenti con i principi generali della legge.

Con le modifiche dell’art. 94 bis del DPR 380/01, proposte da Anci Lombardia, verrà assicurata a più di 1.000 Comuni, nella sola Lombardia, la certezza procedurale sugli adempimenti relativi alla zona sismica 3, che era stata alterata dall’entrata in vigore della legge 55/2019.

Per meglio illustrare le modifiche apportate al Testo Unico sull’Edilizia, il Dipartimento Territorio, Urbanistica, Lavori Pubblici, Edilizia e Patrimonio di Anci Lombardia, organizzerà, in data 23 gennaio 2020, presso la sede di Anci Lombardia, in Via Rovello 2, Milano, un incontro di lavoro rivolto ai Comuni e ai professionisti. Il programma dei lavori sarà disponibile nei primi giorni del 2020.

L’incontro sarà organizzato in collaborazione con la DG Territorio e Protezione Civile di Regione Lombardia (con il coinvolgimento di altre Direzioni/Settori, tra le quali quella sull’edilizia scolastica) e con gli Ordini Professionali degli Architetti, Ingegneri, Geologi e Geometri.
Saranno inoltre invitati a partecipare i referenti del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. In quella occasione sarà inoltre possibile verificare lo stato di avanzamento delle linee guida di cui alla Legge 55/2019, altro importante tassello per le attività dei Comuni.

Condividi
Top news
Glocal news
Idee & Consigli