I medici confermano

Il 37% dei pazienti Covid ha avuto conseguenze neurologiche

Forse finora si è trattato di un effetto sottostimato, ma ora c'è anche una definizione, "Neuro Covid". 

Il 37% dei pazienti Covid ha avuto conseguenze neurologiche
19 Giugno 2020 ore 12:48

Più del 37% dei pazienti Covid ha avuto conseguenze neurologiche. Lo conferma uno studio cinese, al momento l’unico disponibile, e lo confermano anche i neurologi italiani che hanno curato i pazienti affetti da Covid-19 (foto di copertina, Martina Santimone – Areu Lombardia).

ACCENDI L’AUDIO E GUARDA IL SERVIZIO:


Covid e conseguenze neurologiche: lo studio

Ciò che sembra ormai chiaro e innegabile è che esiste un interessamento neurologico del sistema nervoso centrale e periferico da parte dell’infezione.

Si parla di epilessia o incidenti cerebrovascolari, ma anche di sintomi anche molto più modesti come stato confusionale, vertigini o mal di testa.

Dunque emerge sempre di più che l’infezione da Covid-19 non colpisce solo le vie respiratorie, ma potenzialmente l’organismo nel suo complesso.

Il 37% dei pazienti ha avuto il “Neuro Covid”

Fra gli eventi cerebrovascolari sono state registrate afasia e perdita della vista, ma anche, più raro, il disturbo della coscienza. Forse finora si è trattato di un effetto sottostimato, ma ora c’è anche una definizione, “Neuro Covid”.

Gli effetti si manifestano anche su pazienti senza pregresse patologie e anche con una forma lieve della malattia.

Turismo 2020
Top News
Glocal News
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità