GRUPPO LEGA REGIONALE

“In Lombardia i vaccini anti influenzali ci sono eccome”

A disposizione 2.884.000 dosi gratuite per bambini sotto i 6 anni, over 60, lavoratori sanitari e soggetti a rischio.

“In Lombardia i vaccini anti influenzali ci sono eccome”
12 Ottobre 2020 ore 15:37

La Lombardia combatte l’influenza e le fake news della sinistra: questo il messaggio del gruppo consigliare della Lega in Regione Lombardia.

“In Lombardia i vaccini anti influenzali ci sono eccome”

In Lombardia i vaccini anti influenzali ci sono e le dosi disponibili saranno il doppio di quelle degli scorsi anni. Gli attacchi politici su questo tema ad opera della sinistra sono senza alcun fondamento. Si tratta di fake news create ad hoc per mettere in cattiva luce la nostra Lombardia, proprio adesso che siamo anche in prima linea nell’aiutare le altre regioni più colpite, mettendo a disposizione i posti letto di terapia intensiva creati per l’emergenza Covid.

Critiche ingiustificate che non ci toccano, in quanto non rispondono alla realtà dei fatti. Per quanto riguarda i vaccini anti influenzali possiamo dire che entro novembre, ovvero molto prima dell’arrivo del picco influenzale, tutte le categorie fragili saranno state vaccinate.

I dati, presentati in conferenza stampa pochi giorni fa dal Direttore generale del Welfare di Regione Lombardia, sono chiari: abbiamo a disposizione 2.884.000 dosi, di cui 792mila disponibili ad ottobre e 2.092.000 a novembre. Questa cifra di vaccini a titolo gratuito supera ampiamente il fabbisogno massimale raccomandato e aggiuntivo, che ammonta a 2.768.000, ovvero la cifra di dosi che basterebbero per vaccinare tutte le persone considerate più a rischio per patologie, età o anche per professione. Significa che avanzeranno ben oltre 100 mila dosi, che potranno anche aumentare in caso di richiesta, perché Regione sarà pronta ad acquisirne di nuove.

La campagna vaccinale inizierà il 19 ottobre e sarà innanzitutto rivolta a soggetti fragili, ospiti delle Rsa. Partirà sempre in questo periodo la prima fase per gli over 65. Nella prima metà di novembre invece sarà la volta dei soggetti in età pediatrica fragili e i bambini dai 6 ai 24 mesi. Quindi, alle persone dai 60 ai 64 anni con priorità ai soggetti fragili. Da metà novembre i bambini dai 2 ai 6 anni, gli operatori sanitari e il resto della popolazione dai 60 ai 64 anni. La vaccinazione per i bambini e per gli ultrasessantenni non ancora sessantacinquenni sono novità di quest’anno, a dimostrazione che Regione Lombardia ha ampliato il numero di persone che possono accedere gratuitamente alla vaccinazione.

Dal gruppo Lega al Pirellone.

Turismo 2020
Top News
Glocal News
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità