Dal 16 gennaio

Niente deroga per le seconde case fuori dalla regione col nuovo Dpcm

L'unica speranza offerta da Speranza a chi pensava di tornare in villeggiatura fuori regione è legata alla nuova "zona bianca".

Niente deroga per le seconde case fuori dalla regione col nuovo Dpcm
Glocal news 13 Gennaio 2021 ore 16:45

Di certezze in questo periodo non ce ne sono molte. E oggi (mercoledì 13 gennaio 2021) a maggior ragione, col Governo appeso a un filo. Ma una c’è, almeno riguardo a una notizia attesa da molti.

E per loro non sarà una bella notizia, perché non ci sarà alcuna deroga per le seconde case fuori dalla regione, col nuovo Dpcm.

Niente deroga per le seconde case fuori regione

Insomma, doccia gelata per i proprietari di immobili fuori regione che speravano in un allettamento delle restrizioni.

La conferma è arrivata questa mattina dal ministro della Salute Roberto Speranza, che alla Camera ha annunciato che, dopo il 16 gennaio, col nuovo Dpcm, saranno impediti gli spostamenti fra le regioni, anche fra quelle gialle.


A meno che…

Intanto va comunque ricordato che entro i confini della regione di residenza, abitazione o domicilio, raggiungere le seconde case è possibile (ma comunque in zona gialla).

L’unica speranza offerta da Speranza a chi pensava di tornare nella seconda casa di villeggiatura fuori regione è legata alla nuova “zona bianca” che però non si sa quando nascerà:

“In queste aree le limitazioni saranno relative alle regole fondamentali del distanziamento e delle mascherine. Difficile possa scattare nel breve, ma iniziamo a iniziamo a indicare un percorso di speranza per i mesi a venire”.

Ecco come funzionerà la zona bianca

Lo ricordiamo, in zona Bianca, bar, ristoranti, musei, cinema, teatri, palestre, piscine e sale da concerto potrebbero essere aperti (e senza limiti di orario), anche il coprifuoco potrebbe diventare soltanto un ricordo.

Ovviamente non si tratterebbe di un liberi tutti: resterà l’obbligo di mascherina anche all’aperto, il distanziamento sociale e il divieto di assembramento. Probabilmente, sia per la riapertura dei luoghi della cultura che quelli di attività sportiva, verranno stilati appositi protocolli tra i Ministeri competenti.

Secondo le indiscrezioni, perché una regione possa diventare zona bianca, l’indice Rt – ovvero il dato che dice quante persone possono essere contagiate da una sola persona in media e in un certo periodo di tempo – dovrà essere inferiore allo 0,5. 

In attesa del nuovo Dpcm venerdì 15 gennaio

Il nuovo Dpcm dovrebbe essere firmato venerdì 15 gennaio 2021 e rimanere in vigore fino all’inizio di febbraio. Fino ad allora le faq del Governo recitano:

Riguardo alle seconde case, il nuovo decreto stabilisce che, fino al 15 di gennaio, è possibile raggiungere la casa di villeggiatura all’interno della regione in cui si ha il domicilio o la residenza (mai verso altre regioni). Lo spostamento può avvenire individualmente o con la famiglia convivente e nel rispetto del coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00.

Ad ogni modo, per ragioni di necessità e urgenza, raggiungere la seconda casa fuori regione resta possibile, per esempio se si rompe un tubo e si allaga tutto quanto, ma lo spostamento deve durare il tempo necessario a risolvere il problema e non è consentito pernottare con altre persone.

Condividi
Top news
Glocal news
Curiosità