Corsi 2020-2021

Ripartono online i laboratori di filosofia di “Mechrì”

L’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha costretto la realtà a programmare le proprie attività online.

Ripartono online i laboratori di filosofia di “Mechrì”
18 Settembre 2020 ore 08:32

Il Laboratorio di filosofia e cultura “Mechrì” lancia il programma dei corsi 2020-2021 nella modalità “a distanza”. Realtà legata a doppio filo in particolare con l’associazione «Frammenti di Filosofia» e con il Giornale di Lecco – Gruppo Netweek.

Mechrì riparte online

I corsi organizzati verranno presentati in diretta streaming sabato 26 settembre alle ore 18 sul canale Youtube di Mechrí e sulla sua pagina Facebook. Già da questa settimana però il programma completo è visionabile sul sito www.mechri.it ed è possibile iscriversi.

Parla la presidente Cambria

“Le incertezze derivanti dall’attuale situazione sanitaria mondiale richiedono a tutti gli operatori di cultura e formazione un particolare impegno. Per poter armonizzare i loro percorsi espressivi e di ricerca con le urgenze imposte dalla loro concreta collocazione storica, politica, sociale ed economica, sul piano locale e planetario. – spiega la presidentessa Florinda Cambria – Mechrí ha scelto già da mesi di rivedere gli strumenti e le modalità della relazione con i propri soci. In modo da garantire lo svolgimento delle attività sociali anche nell’impossibilita di riunirsi in presenza presso la propria sede. Ma la costrizione si è rivelata anche una occasione. L’intero programma del 2020-2021 è stato infatti concepito in modo da consentire a tutti i soci la partecipazione tramite collegamento elettronico da remoto. In attesa che questa modalità di lavoro possa diventare non la forma unica dei nostri incontri, ma un servizio aggiuntivo offerto a chi abita fuori Milano”.

I contenuti del percorso

In merito ai contenuti del percorso ideato per quest’anno la presidentessa aggiunge: “Il filo conduttore dei lavori transdisciplinari del nuovo anno sociale è appunto “Vicino Lontano”. Tema che consentirà sia di completare alcuni percorsi che l’anno passato sono rimasti in sospeso a causa dell’emergenza sanitaria, sia di aprire a nuove riflessioni in merito a come si possano abitare le differenze, le vicinanze, gli spazi e gli spostamenti. Cercheremo di immaginare modi nuovi per elaborare le relazioni, le identità e le alterità. Tutto Entro una prospettiva di ampio raggio, che vorrei chiamare “eco-logica” o “eco-sistemica”. Sebbene il senso di queste parole sia oggi tutto da rintracciare e riformulare”.

Le attività programmate a Mechrí per il 2020-2021 intendono dare avvio a un cammino di ricerca volto proprio a individuare i possibili fondamenti di una “ecologia culturale”. La quale possa essere all’altezza delle geo-grafie e delle antropo-grafie richieste, con urgenza ormai resa improrogabile, dal tempo in cui viviamo.

Turismo 2020
Top News
Glocal News
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità