Appartamenti in affitto in provincia Torino: dove conviene?

Appartamenti in affitto in provincia Torino: dove conviene?
28 Gennaio 2021 ore 09:53

La provincia di Torino, e più per la precisione paesi come Rivoli, Moncalieri o Collegno, hanno visto in questi anni un aumento tanto improvviso quanto apparentemente inspiegabile di abitanti. Un’inversione di tendenza rispetto a qualche decennio fa, quando la grande fuga era verso – e non da – la città? Sembrerebbe proprio di sì e le ragioni sono, in realtà, più facili da spiegare di quanto si possa immaginare: vivere a Torino, così come vivere in ogni grande città italiana, costa e non sempre è confortevole come si pensa. Da qui la riscoperta della provincia dove il traffico è di meno, è di meno l’inquinamento, ci sono spazi più adatti alle famiglie, ci si può muovere più facilmente, ma non mancano allo stesso tempo attrattive e passatempi. Chiunque googli “appartamenti in affitto in provincia Torino” potrebbe rimanere sorpreso, insomma, dalla quantità di proposte. Come scegliere però? Quale zona dell’hinterland di Torino è davvero conveniente e perché? Proviamo a rispondere. 

Case in provincia di Torino: dove conviene affittare o comprare

Chi cerca casa in provincia di Torino finisce quasi sempre per optare per la zona a ovest del capoluogo, dove si trovano i già citati centri di Rivoli e Collegno. Forse non è la zona davvero più economica: allontanandosi ancora qualche chilometro dalla città i prezzi al metro quadro per gli immobili scendono vertiginosamente, sia che si tratti di affitti e sia che si intenda acquistare, ma è importante considerare anche i fattori distanza e mobilità e, non meno, quelli qualità e stile della vita. È possibile, in altre parole, che trasferendosi a Grugliasco, Borgaro, San Mauro, Rosta, Gassino – altri piccoli centri della provincia torinese – si riesca effettivamente a spendere in affitto e in spese per la casa ancora meno, ma non si può sottovalutare né la distanza dalla città, né che si tratta di piccole cittadine e, in quanto tali, potrebbero non offrire tutte le comodità e i servizi a cui chi ha vissuto per molti anni in centro a Torino è abituato. Hanno altri vantaggi certo: ritmi più lenti, una dimensione di comunità davvero accentuata e per cui vale ancora (o quasi) la vecchia regola del tutti conoscono tutti, cosa che potrebbe trasformarsi in maggiore sicurezza. Non sempre garantiscono, però, servizi indispensabili per un pendolare come delle linee ferroviarie e dei collegamenti certi da e per la città o abbastanza svaghi per una famiglia con bambini per esempio. Per questo, spesso, gli agenti immobiliari consigliano a chi voglia trasferirsi in provincia di Torino soprattutto soluzioni come Rivoli: è in tutto e per tutto una città, a due passi e collegata ottimamente al capoluogo ma, allo stesso tempo, perfettamente indipendente. 

Dire Rivoli però, così come dire Collegno, significa davvero poco. Una giusta precauzione quando si intende affittare casa in provincia di Torino è, così, considerare attentamente zone e quartieri. Anche a pochi isolati di distanza, infatti, possono cambiare sensibilmente i prezzi e, cosa non meno importante, può cambiare significativamente la qualità della vita: una buona idea è informarsi bene sulla presenza di negozi di prima necessità, collegamenti e altri servizi e, se possibile, programmare una visita con il proprio agente immobiliare di fiducia.

Condividi
Top news
Glocal news
Idee & Consigli