Cronaca

Alluvione Niardo: 800mila euro da Regione, 30 sfollati

Alluvione Niardo: 800mila euro da Regione, 30 sfollati
Cronaca Media Valle, 29 Luglio 2022 ore 09:12

Sono circa 30 le persone sfollate dopo l'alluvione che ha colpito Niardo e Braone poco prima di mezzanotte del 27 luglio. In totale sono 250 le persone che invece sono rimaste senza i servizi come elettricità e gas.

La priorità è stata quella di riportare le acque all'interno dell'alveo dei due torrenti, il Re e il Cobello. La ferrovia, che taglia in modo perpendicolare i torrenti, aveva fatto da diga e acqua, fango e detriti venivano catapultati sulle abitazioni. Nella parte bassa del paese si sono infatti registrati i maggiori danni.

Da Regione Lombardia arrivano i primi aiuti: "Il presidente della Regione Lombardia segue costantemente la situazione relativa all'alluvione in Valcamonica ed è aggiornato in tempo reale dall'assessore al Territorio e Protezione civile. La Regione, in particolare, ha attivato 3 azioni di pronto intervento da parte dell'Utr di Brescia stimati in 700-800.000 euro a seguito dei forti temporali che hanno provocato l'esondazione di due torrenti in provincia di Brescia.

La Sala operativa regionale, in merito agli eventi accaduti nei comuni di Niardo e Braone, ha registrato cumulate massime di pioggia pari a 187 millimetri, cadute in due ore, nel raggio di pochi chilometri quadrati nella sola area bresciana.

A scopo precauzionale 30 persone presso l'area di Niardo rimangono evacuate, mentre proseguono le operazioni per la rimozione dei detriti dal manto stradale, coordinate da sindaco, Utr, Provincia di Brescia e Vigili del fuoco.

Sono invece rientrate nelle proprie abitazioni le persone evacuate nella notte a Braone in quanto non sussiste più il pericolo di fuga di gas. Al momento non è stata ritenuta necessaria l'attivazione della Colonna Mobile Regionale. Permane invece l'interruzione della linea ferroviaria.

La situazione continua a essere costantemente monitorata, in quanto si segnala la probabile ripresa di fenomeni temporaleschi a decorrere dal pomeriggio di oggi. È infatti in corso un'allerta gialla per temporali e, dalle 18 di oggi, anche per rischio idrogeologico.

Regione Lombardia ha inoltre messo a disposizione di tecnici e amministratori un elicottero per un sorvolo delle zone a monte delle aree colpite e sta supportando il Comune nelle attività di competenza, anche per l'attuazione di interventi di difesa del suolo a tutela della pubblica incolumità.

PRESIDENTE E ASSESSORE RINGRAZIANO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE E OPERATORI - Per il supporto logistico degli evacuati e per le attività di rimozione di fango e detriti sono state attivate le associazioni e i gruppi comunali di Protezione civile della Valcamonica e Provincia di Brescia, insieme ai Vigili del Fuoco. Il presidente e l'assessore regionale al Territorio e Urbanistica ringraziano tutti coloro che stanno incessantemente lavorando per il ripristino della situazione e per dare supporto alla popolazione".

Si è attivata anche la macchina della solidarietà. La Pro Loco ha attivato una raccolta fondi per dare un contributo per i soccorsi necessari alla comunità. Per donazioni basta cliccare su https://gofund.me/407fc59c oppure effettuare un bonifico al seguente iban:
IT29T0834055560000000103279 – causale: donazione alluvione 2022.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter