Cronaca
cividate camuno

Cirillo Ballardini, il 2020 e i due ‘sogni’ per il 2021

Il primo cittadino: “Affrontarlo da sindaco è stato difficile. Devo ringraziare chi ci ha aiutato, a cominciare dalla Protezione Civile”.

Cirillo Ballardini, il 2020 e i due ‘sogni’ per il 2021
Cronaca Media Valle, 30 Dicembre 2020 ore 09:38

Covid, Covid... e ancora Covid. Sì, il 2020 è stato un anno difficile per tutti a causa della pandemia, un anno che nessuno potrà rimpiangere.

Il sindaco di Cividate Camuno, Cirillo Ballardini, ha fatto un breve bilancio di quest’anno che ci stiamo lasciando alle spalle.

Un bilancio in agrodolce, dove ci sono aspetti negativi (legati, appunto, all’epidemia di Covid-19), ma anche elementi positivi.

“Il virus ha avuto un impatto sanitario difficile nella prima ondata. Anche a Cividate - spiega il primo cittadino - ci sono stati vari decessi e situazioni complicate, mentre l’impatto economico si fa più sentire nella seconda ondata del Covid per le attività economiche che già erano state colpite e si stavano riprendendo (ad esempio, bar e ristoranti…)”.

Immagino che il programma di inizio anno sia cambiato radicalmente… avete dovuto stravolgere i vostri piani?

“I nostri programmi hanno subito un rallentamento, soprattutto per le attività di promozione, tutte sospese e rimandate all’anno venturo”.