Menu
Cerca
Ponte di Legno

Coppa del mondo di sci alpinismo: prove generali per le Olimpiadi del 2026

L’organizzazione è affidata all’Adamello Ski Team.

Coppa del mondo di sci alpinismo: prove generali per le Olimpiadi del 2026
Cronaca Ponte di Legno, 18 Dicembre 2020 ore 10:22

Ponte di Legno ospiterà, sabato 19 dicembre e domenica 20 dicembre, la Coppa del Mondo di sci alpinismo. Un traguardo molto importante quello ottenuto per lo sci della Vallecamonica, che potrà mettere in luce al mondo intero i suoi impianti sciistici e i suoi paesaggi mozzafiato. La competizione si divide in due gare differenti: la Sprint e la Vertical, le quali si terranno entrambe sugli impianti sciistici di Ponte di Legno. Un obiettivo raggiunto, quello di ospitare la Coppa del Mondo, che si aggiunge ad un’ambizione ancora più grande: portare le olimpiadi, in programma nel 2026, a Ponte di Legno.

L’organizzazione della competizione è assegnata all’Adamello Ski Team, il quale già lo scorso anno aveva ospitato i Campionati Italiani Assoluti. Una società che, nonostante le difficoltà provocate dal coronavirus, ha comunque voluto investire molto su queste gare, per mettere in risalto uno dei posti più belli della nostra Valle, Ponte di Legno. Soddisfazione degli organizzatori: “L’organizzazione è in mano all’Adamello Ski Team – spiega il presidente dell’Adamello Ski Raid Alessandro Mottinelli – , che è lo sci club di soli alpinisti, il quale da anni organizza l’Adamello Ski Raid. Ovviamente siamo supportati, per la parte amministrativa e di promozione, dal consorzio Ponte di Legno Tonale, dal Comune e della Regione Lombardia, la quale supporta economicamente, in modo importante, la competizione. Queste sono gare particolari rispetto all’Adamello Ski Raid, che è la sorella maggiore, la quale si svolge in alta montagna, arrivando fino alle cime del monte Adamello. L’obiettivo è di arrivare alle olimpiadi del 2026, per riconoscere lo sci alpinismo come sport olimpico. All’interno della competizione gareggeranno discipline molto spettacolari, facili da riprendere,  che si svolgeranno in un ambiente molto ristretto e allo stesso tempo dovranno riprodurre lo sci alpinismo vero. Per quanto riguarda la categoria dello Sprint si riproducono tutte le situazioni di alta montagna, quindi parti con gli sci ai piedi e parti con gli sci nello zaino, dove gli atleti dovranno percorrere una scala. Dopo averla percorsa, dovranno indossare nuovamente gli sci, per intraprendere una discesa, la quale verrà creata possibilmente fuori pista, o, in caso contrario, anche in pista, con delle paraboliche o dei salti. L’altra disciplina che abbiamo organizzato è la Vertical, gara di sola salita, in cui gli atleti saranno costretti al massimo sforzo, considerati i 700 metri di dislivello. Essa è una gara di pura forza, dove non è presente la tecnica, ma che, comunque, necessita di una grande preparazione. Queste saranno le due discipline che, il 19 e il 20 dicembre, si terranno a Ponte di Legno”.

Una competizione che ospiterà diverse nazioni europee, nonostante ci sia la mancanza di squadre di rilievo, ci aspetta una gara molto spettacolare: “Le gare sono aperte solamente alle nazioni. Abbiamo 15 nazioni partecipanti. Sabato alle ore 16 inizieranno i più giovani, suddivisi in tre categorie: Under 20, i quali saranno i primi a partire, Under 23 Senior ed infine le batterie. Saranno gare che riprodurranno il modello dello snowboard e dello ski cross. Ci saranno inizialmente delle gare di qualificazione e successivamente i quarti di finale, le semifinali e la finale, in batterie da sei concorrenti. La finale dei Senior è in programma verso le 20.30 del sabato, per concludere la giornata”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 18 DICEMBRE