esine - darfo boario terme

Ecco cosa si nasconde sulle sponde del fiume Oglio

La denuncia social: ci sono un po’ ovunque rifiuti, borse di plastica, lavandini, oggetti rotti e abbandonati dall’uomo.

Ecco cosa si nasconde sulle sponde del fiume Oglio
Bassa Valle, 10 Ottobre 2020 ore 15:25

Una persona passeggia tranquillamente lungo il corso del fiume Oglio, nella zona che da Esine scende verso il territorio comunale di Darfo Boario Terme.
Si tratta della zona nella sinistra orografica del più importante corso d’acqua della Valle Camonica.
Osserva le acque del fiume, i cespugli, gli alberi, gli animali che popolano questi luoghi stupendi.
Poi, però, in mezzo al verde nota qualcosa.
Sì, ci sono un po’ ovunque rifiuti, borse di plastica, lavandini, oggetti rotti e abbandonati dall’uomo.
Tutto questo viene fotografato e filmato per poi essere pubblicato sui social, dove non si fanno attendere commenti disgustati di fronte a questo ennesimo scempio ambientale.
“Cosa si cela sotto le dunette verdeggianti?”, si chiede l’autrice del post su Facebook.
Sì, perchè a prima vista le sponde dell’Oglio (ma lo stesso discorso può riguardare anche gli altri fiumi e torrenti, ben oltre i confini della Valle Camonica…) si presentano verdi, rigogliose, piene di vita (così si spera…).
Peccato che però, ad un esame più attento e ravvicinato, si scoprono le magagne, i segni del passaggio e della presenza della specie umana.
Ma… sarà colpa di chi?

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SUL NUMERO DI ARABERARA VALCAMONICA IN EDICOLA DAL 9 OTTOBRE

Turismo 2020
Top News
Glocal News
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità