Cronaca
CORNA DI DARFO

Ex Banzato: da degrado a cuore dell’Hydrogen Valley?

La giunta Mondini ha deliberato il protocollo d’intesa. Darfo scelta perchè è il baricentro delle linee che viaggiano verso le città

Ex Banzato: da degrado a cuore dell’Hydrogen Valley?
Cronaca Darfo Boario Terme, 05 Novembre 2021 ore 14:49

L’area industriale dismessa della ex Banzato torna a far parlare di sé. E non è per il degrado e per l’occupazione abusiva da parte dei senzatetto e di cittadini stanchi che ne lamentano la presenza un po’ troppo ingombrante. Stavolta infatti è una delibera di giunta del Comune di Darfo Boario Terme datata 20 ottobre a riaccendere i riflettori sull’area.

L’ex Banzato potrebbe infatti diventare il cuore del progetto idrogeno in Valle Camonica. La giunta comunale di Darfo ha deliberato nelle scorse settimane il primo schema di protocollo d’intesa per la realizzazione indicando l’ex area Banzato ideale per ospitare il distretto. Un progetto che coinvolge più parti. Ma andiamo con ordine, nella delibera si legge che “la Comunità Montana e il Bacino Imbrifero Montano (BIM) di Valle Camonica, rappresentanti territoriali del comprensorio camuno, intendono sostenere l’ipotesi di dare vita ad una “Hydrogen Valley” intesa quale area territoriale dedicata alla produzione, uso e commercializzazione dell’idrogeno verde” e che “il Consorzio Servizi di Valle Camonica (composto dall’Azienda Speciale Consorzio Servizi Valle Camonica, da Valle Camonica Servizi S.p.A., da Valle Camonica Servizi Vendite S.p.A. e da Integra s.r.l.) può vantare un’esperienza pluriennale nella gestione e nell’offerta di servizi per la collettività e per le aziende, con particolare attenzione alle sinergie con i soci e nel rispetto della valorizzazione del territorio della Valle Camonica e si pone come interlocutore strategico per tutti quei servizi integrabili in una visione espansiva della produzione, gestione e commercializzazione dell’idrogeno”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 5 NOVEMBRE

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter