Cronaca
EDOLO - L’INTERVISTA

Il sindaco Luca Masneri: “Nuova struttura per la RSA e aumento dei posti letto all’ospedale. Ecco le prospettive di crescita”

Il sindaco Luca Masneri: “Nuova struttura per la RSA e aumento dei posti letto all’ospedale. Ecco le prospettive di crescita”
Cronaca Alta Valle, 08 Ottobre 2021 ore 16:04

Edolo rappresenta da anni un punto di riferimento per tutta l’alta valle nell’ambito socio-sanitario. Un centro attorno a cui gravitano i servizi a cui si rivolgono cittadino di ogni età anche dai paesi vicini. E l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Luca Masneri sta tenendo le antenne alzate sul tema. Sapendo che è sempre necessario darsi da fare per mantenere i servizi esistenti e allo stesso tempo progettare per rispondere alle nuove esigenze. In primis, la Fondazione Casa di Riposo per Anziani Domenico Giamboni e l’ospedale. Entrambe le strutture sono al centro di progetti di ampliamento a cui l’amministrazione sta lavorando.

“Siamo consapevoli della rilevanza di queste due strutture sia sul fronte della presa in carico del bisogno del cittadino sia su quello dell’occupazione che possono generare – esordisce il primo cittadino -. I soggetti che li gestiscono sono attori di sviluppo. In questa visione si colloca lo sforzo che stiamo cercando di fare per conservare i servizi e per implementarli”.

Una battaglia non certo nuova. “Negli ultimi anni più di una volta abbiamo dovuto battagliare per difendere i servizi del locale ospedale, il Covid ha dimostrato che non si trattava di un semplice capriccio legato solo all’interesse locale ma di un’esigenza di tutto il territorio: il nostro ospedale, infatti, ha accolto persone da tutta la valle ma anche dal resto della Provincia e della Regione. Abbiamo lavorato nel tempo per salvaguardare e difendere i servizi sul territorio: l’ospedale ma anche la RSA locale, che oggi - rispetto a quando l’abbiamo ereditata in passato - si ritrova più solida e con prospettive migliori, anche grazia ad un lascito di 3 milioni di euro”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DALL’8 OTTOBRE