Menu
Cerca
Bienno

Il Sindaco Maugeri: “Il 10% della gente del nostro paese ha preso il Covid”. Unico paese senza Irpef. Pioggia di opere pubbliche

Il Sindaco Maugeri: “Il 10% della gente del nostro paese ha preso il Covid”. Unico paese senza Irpef. Pioggia di opere pubbliche
Cronaca Bienno, 07 Maggio 2021 ore 15:16

Si comincia a respirare. La pressione resta alta. Anche la preoccupazione. Ma Bienno riparte. Come è abituato a fare. Da sempre. “I numeri dei positivi del Covid stanno migliorando - commenta il sindaco Massimo Maugeri - una quarantina di positivi, una trentina in quarantena e i ricoverati si contano sulle dita di una mano. Certo, quello che impressiona sono i numeri che ci lasciamo alle spalle, dall’inizio della pandemia sono 313 le persone che ufficialmente hanno contratto la malattia. Anche se sappiamo che i numeri reali sono molto più grandi, constatare che ufficialmente oltre il 10% della popolazione è stata colpita dal Coronavirus è sicuramente. impressionante. Analizzando questo dato è curioso riscontrare che il 18% di questi è rappresentato da persone fino a 30 anni, il 22% da persone tra i 30 e i 50 anni, il 36% da persone dai 50 ai 70 anni ed il 24% da persone sopra i 70 anni. Questi numeri attestano una volta di più come il coronavirus colpisca tutti indistintamente, anche se ultimamente la tendenza è quella di registrare maggiormente casi di positività tra i più giovani”.

Ma qui non si molla: “Le nostre scuole continuano a reggere egregiamente la situazione e, nonostante qualche caso, purtroppo fisiologico, la gran parte dei nostri bambini continua la propria attività educativa, grazie soprattutto al grande sforzo di attenzione e presidio fatto dai dirigenti e dal personale docente.  Altro dato interessante è l’andamento delle vaccinazioni nel nostro paese che cominciano ad essere davvero tanti, più di 1000 persone con una dose. Il sistema vaccinale impostato dalla Regione ora procede velocemente e se questo sarà supportato dall’’approvvigionamento dei vaccini in tempi ragionevoli saremo tutti immunizzati “temporaneamente”. Dico “temporaneamente” perché dovremo abituarci ad effettuare diversi richiami e, probabilmente, non torneremo a breve alla normalità. Ci dovremo adattare ad indossare ancora per parecchio tempo le mascherine, le abitudini di un tempo dovranno essere accantonate per diversi mesi”.