Cronaca
Breno

Il Sindaco Panteghini e quelle lunghe sere in Comune

“Un anno terribile, ma Breno ha reagito. Ecco come siamo cambiati”

Il Sindaco Panteghini e quelle lunghe sere in Comune
Cronaca Breno, 23 Novembre 2020 ore 09:42

Alessandro Panteghini è nel suo ufficio in Comune, sono quasi le otto di sera, giornate piene, anche troppo: “Da mesi si va avanti così - commenta il sindaco - da ormai quasi un anno. Dobbiamo tenere duro”.

La questione della protesta dei sindaci perché la Valcamonica non fosse zona rossa si è arenata:

“I numeri sui contagi sono buoni ma in ogni caso siamo noi sindaci che invitiamo la gente a non uscire, quindi anche gli stessi commercianti se aprono lavorano davvero poco. Noi in questi mesi da parte nostra dobbiamo cercare di essere ancora più presenti, i nostri cittadini sono stanchi e preoccupati e mai come in questo momento c’è bisogno di unità”.

Panteghini per il suo primo anno da sindaco non si è fatto certo mancare niente, prima la tragica morte di Sandro Farisoglio, poi il Covid: “Andiamo avanti ma è davvero dura, dobbiamo dare un colpo al cerchio e uno alla botte dei nostri progetti elettorali. Sono moderatamente ottimista sul programma elettorale, è stato un anno molto difficile ma nonostante questo siamo riusciti a fare quello che avevamo in programma, ora dobbiamo cominciare a essere moderatamente ottimisti anche perché a questo punto peggio di così può caderci in testa solo un asteroide”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 20 NOVEMBRE