monno

Inaugurato Ca’ Mon, il Centro di Comunità per l’arte e l’artigianato di montagna

Inaugurato Ca’ Mon, il Centro di Comunità per l’arte e l’artigianato di montagna
Cronaca Alta Valle, 23 Luglio 2021 ore 11:04

Sabato 17 luglio a Monno è stato ha inaugurato ufficialmente Ca’Mon, il Centro di comunità per l’arte e l’artigianato di montagna, che ha trovato casa nell’edificio dell’ex asilo del piccolo centro dell’Alta Valle Camonica, da tempo inutilizzato e che ora è nato a nuova vita.

Ca’Mon è un progetto voluto dal Comune di Monno insieme alla Comunità Montana di Valle Camonica e alla Cooperativa sociale “Il Cardo” di Edolo, reso possibile grazie al finanziamento di Fondazione CARIPLO nell’ambito del bando “Beni Aperti” - Anno 2018.

Ca'Mon vuole  diventare  un punto di riferimento per l'intera Valle Camonica: sarà una casa per i saperi radicati nella tradizione locale ma anche un centro di esperienza in cui tramandare quegli stessi saperi alle nuove generazioni e condividere la memoria comune di un’intera collettività; un centro di scambio tra saperi intellettuali e saperi manuali, un luogo di formazione dove fare incontrare le generazioni, un luogo di aggregazione aperto a tutta la comunità, di Monno e non solo, dove cementare relazioni attraverso il fare : saranno ospitati in  residenza artisti, designer e più in generale autori e ricercatori per attivare un confronto con il  territorio, dotato di spazi adibiti a laboratorio dove lavoreranno  professionisti di vari ambiti nel confronto con i giovani della valle che avranno voglia di conoscere e imparare.

Nel corso della giornata di inaugurazione sono stati presentati i lavori effettuati sulla struttura e gli esiti dei vari progetti artistici e culturali che hanno animato in questi ultimi mesi la comunità di Monno. Per l’occasione tutto il paese ha messo in mostra il suo patrimonio di saperi artigianali e la ricchezza della sua tradizione agricola, rurale ed enogastronomica.

L’artista Stefano Boccalini, già protagonista di vari progetti è inoltre stato individuato quale direttore artistico di Ca’Mon, con il compito di elaborarne il programma culturale e coordinarne le attività.