Temù

La maggioranza in frantumi: si rischia il commissariamento

La maggioranza in frantumi: si rischia il commissariamento
Cronaca Alta Valle, 07 Maggio 2021 ore 15:07

Bufera a Temù, dove la maggioranza rischia seriamente di dividersi. L’ultimo Consiglio Comunale è stato teatro di diverse divergenze tra maggioranza e opposizione: “Cinque membri, tra i quali non figurava il sindaco, su otto, della maggioranza hanno presentato una mozione per proporre un atteggiamento diverso da quello fino a qui adottato dal sindaco per provare a risolvere l’annoso problema  con la società So.Sv.A.V. s.r.l. (Società per lo Sviluppo dell’Alta Valle Camonica), gestrice del teleriscaldamento – spiega  Fabio Fogliaresi -. È doveroso ricordare che tale società a fronte di una convenzione stipulata con il Comune nel 2007, deve riconoscere ogni anno al municipio 180.000 euro come canone per lo sfruttamento della rete del teleriscaldamento di proprietà del comune stesso. Dal 2012 a oggi il canone non è più stato riconosciuto, accumulando, così, un cospicuo credito. Vigeva una “prassi”, per citare le parole presenti nella mozione per cui la So.Sv.A.V. non pagava e il comune non chiedeva, tali imposte non venivano neppure registrate nei bilanci dei due enti. Insomma, un accordo politico ad hoc! La mozione è stata approvata anche a fronte del voto contrario del sindaco, creando una netta spaccatura all’interno della maggioranza che vede il sindaco stesso in una posizione di minoranza. È stata dichiarata, dagli stessi firmatari della mozione, l’apertura della “crisi di governo”. Al momento però non si vedono all’orizzonte sfiducie e/o dimissioni imminenti”.