Menu
Cerca
paspardo

Un milione per le strade della Zumella e degli Antichi Mulini

350 mila euro per il primo intervento, 650 mila per il secondo. Il contributo arriva dal Ministero dell’Interno per la messa in sicurezza di edifici e territorio.

Un milione per le strade della Zumella e degli Antichi Mulini
Cronaca Media Valle, 08 Marzo 2021 ore 14:04

Pioggia di contributi in Valle Camonica, arrivano dal Ministero dell’Interno per la “Messa in sicurezza di edifici e territorio”. Tra i beneficiari ci sono i Comuni di Paspardo, Malonno, Monno, Borno, Paisco Loveno e Braone.

Soffermiamoci proprio sul Comune di Paspardo, che ha ottenuto un milione di euro per la sistemazione della strada della Zumella (350mila euro) e della strada Antichi Mulini (650mila euro).

Sono due interventi importanti per il paese, che servono alla messa in sicurezza e alla valorizzazione del territorio.

Questo il messaggio riportato sulla pagina facebook del Comune di Paspardo: “Con decreto del ministero dell’interno, di concerto col ministero dell’economia e delle finanze in data 23 Febbraio 2021 il Comune di Paspardo ha beneficiato di un importante contributo di un milione di euro da destinare a investimenti relativi a opere pubbliche di messa in sicurezza di edifici e del territorio.

Nello specifico 650 mila euro saranno investiti per riqualificare la Strada dei Mulini che conduce in località Fontanine rendendola carrabile fino agli antichi manufatti un tempo utilizzati per la macinatura delle castagne e della segale.

Saranno riqualificati i terrazzamenti secolari e rifatti i muri a secco ormai abbandonati da tempo. Grazie a questo intervento il sito potrà finalmente tornare a splendere come nei tempi passati. Questa azione sul territorio ha inoltre lo scopo ben preciso di recuperare un area alquanto fragile anche da punto di vista idrogeologico. É inoltre nostra intenzione candidare su altri bandi la riqualificazione degli antichi mulini che potranno fungere in futuro da spazi espositivi e ricovero animali come sede staccata del Centro Faunistico del Parco Adamello.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 5 MARZO