Darfo - Angone

Un sentiero per Cristian e Vincenzo, un concerto per Valentino e Oliviero

Il presidente del GSA: "Sono stati il fulcro della nostra comunità".

Un sentiero per Cristian e Vincenzo, un concerto per Valentino e Oliviero
Cronaca Bassa Valle, 05 Luglio 2021 ore 09:27

Cristian, Valentino, Vincenzo e Oliviero. Quattro nomi che non sono qualunque, quattro persone che erano il cuore pulsante della comunità di Angone e che continueranno ad esserlo da qualche altra parte nel loro pezzo di cielo.

Qui, nella loro città, nessuno li ha mai dimenticati, tanto che il Gruppo Sportivo e di Animazione di Angone, a cui erano molto affezionati, ha voluto dedicare loro due giornate speciali.

Andiamo con ordine, venerdì 25 giugno l’appuntamento in piazza organizzato in collaborazione con il Gruppo Alpini di Angone e il Gruppo Oratorio è stato un successo. Il concerto del coro ANA di Valle Camonica è stato dedicato a Valentino Pedersoli, capogruppo degli Alpini, e a Oliviero Gabossi, titolare dell’Osteria Gabossi ed Alpino, entrambi molto conosciuti ed apprezzati.

“La piazza quella sera era piena - spiega il presidente del GSA Marco Turini -. C’è stata una grande partecipazione da parte del paese e quello era il nostro obiettivo per ricordare delle persone speciali. Cristian, Valentino, Vincenzo e Oliviero sono stati il fulcro della nostra comunità, tra i più attivi... era impossibile non conoscerli”.

E poi l’evento della domenica, l’intitolazione dei due sentieri a Cristian Pedersoli e a Vincenzo Pedersoli. Ma prima ci soffermiamo sulla targa in legno che indica i percorsi, la scritta recita così: “Ci sono viaggi che si fanno con un unico bagaglio, il cuore... ma quando il destino incombe nelle nostre vite, a volte ci vediamo costretti a prendere anche strade diverse, opposte... ma ricordati: resteranno pur sempre parallele. Su questi sentieri metafore di vita troverai pietre, scalini da scendere e salire, tratti a volte scivolosi e impervi ma puoi decidere tu se vederli come ostacoli o trampolini di lancio... Tutto dipenderà da te. L’importanza di ogni cammino non è seguire una traccia, ma lasciare la propria traccia sul sentiero della vita. Il nostro cuore indicherà il percorso da seguire e prima o poi ci rincontreremo, proseguiremo il viaggio in avanti e a testa alta, per condividere ancora una volta un sorso di vita insieme”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 2 LUGLIO