Pisogne

Vent’anni dopo la frana del Trobiolo, 885mila euro per mettere in sicurezza la valle

L’assessore Musati: “Grande soddisfazione”.

Vent’anni dopo la frana del Trobiolo, 885mila euro per mettere in sicurezza la valle
Cronaca Pisogne, 24 Ottobre 2020 ore 11:29

L’assessore con delega all’Ambiente, Territorio e Assetto idrogeologico Nicola Musati sorride, in Municipio è arrivata una di quelle notizie che premia la perseveranza e l’impegno messo in campo in tanti mesi di lavoro. La protagonista di questa storia è la valle del Trobiolo, l’area adiacente alla cava di gesso Lages per la precisione, che il 15 novembre alle 18,30 di vent’anni fa fu travolta da una frana.

Un giorno indimenticabile, che ha segnato inevitabilmente la storia di Pisogne. Vent’anni dopo la Regione stanzia 885 mila euro per un vecchio progetto che è rimasto impolverato e chiuso nel cassetto per tutto questo tempo.

Una storia lunga e tortuosa…

“Dopo i primi interventi, nel 2001 e 2002 sono stati condotti diversi studi sull’area di frana con i primi progetti di intervento e di messa in sicurezza. Due anni dopo è stato redatto un progetto di “Messa in sicurezza del versante di frana e del torrente Trobiolo in Comune di Pisogne – Interventi di prima fase”. Dal 2005 le aree di conoide sono comprese nel Piano Straordinario per le aree a rischio idrogeologico molto elevato.

LEGGI L’ARTICOLO SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 23 OTTOBRE

Top News
Glocal News
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità